CONTRATTURE, STIRAMENTI E STRAPPI: INFO

Contratture, stiramenti e strappi sono infortuni muscolari molto frequenti.

Ma quali sono le differenze? Cause e sintomi? Chi sono i soggetti e muscoli più predisposti? Come si curano? E’ possibile prevenire queste lesioni? Le risposte in questo articolo.


Contratture, stiramenti e strappi


Contratture, stiramenti e strappi: definizioni e sintomi

Contratture

La contrattura è l’infortunio muscolare più comune ma allo stesso tempo meno grave poichè non ci sono lesioni delle fibre muscolari. Si verifica quando il tessuto muscolare viene sollecitato/caricato meccanicamente oltre il suo limite fisiologico di sopportazione. L’eccessivo carico innesca quindi un meccanismo di difesa che porta il muscolo a contrarsi involontariamente. 

Muscoli come i cervicali, dorsali, polpacci, adduttori o trapezio sono quelli maggiormente colpiti dalla contrattura.

Dolore, rigidità, tensione e limitazione nei movimenti sono conseguenze tipiche di una contrattura.

Stiramenti

Lo stiramento muscolare è dovuto all’eccessivo allungamento delle fibre muscolari. Le fibre si lesionano in alcuni punti ma non si rompono.

Polpacci, schiena e braccia sono le zone frequentemente esposte agli stiramenti.

I sintomi sono dolore, ipertono muscolare e lievi versamenti di sangue che possono generare lividi.

Strappi

Lo strappo muscolare provoca un’effettiva rottura delle fibre muscolari. La lesione viene provocata da un’eccessiva sollecitazione del muscolo, a causa di scatti o contrazioni improvvise. Lo strappo può essere più o meno serio (I°, II°, III° grado) a seconda del numero di fibre muscolari lesionate:

  • I° grado: poche fibre lesionate. Il fastidio è lieve e i movimenti sono raramente limitati per il dolore.
  • II° grado: numero maggiore di fibre lesionate. Il dolore compare ogni qualvolta si tenti di contrarre il muscolo danneggiato.
  • III° grado: quasi tutte le fibre sono lesionate. Si verifica quindi una vera e propria lacerazione del muscolo accompagnata da un dolore molto intenso.

Oltre al dolore, la rottura muscolare comporta anche un rigonfiamento del muscolo coinvolto, ematomi (versamenti di sangue) e difficoltà nei movimenti.

Spalle, braccia e gambe sono le sedi maggiormente coinvolte.

Contratture, stiramenti e strappi: cause e soggetti più a rischio

Cause

Le principali cause responsabili delle contratture, stiramenti e strappi sono:

  • sforzo muscolare troppo intenso
  • sollecitazioni e allungamenti muscolari eccessivi
  • sollecitazioni eccessive dei muscoli stanchi
  • errata postura
  • microtraumi ripetuti
  • riscaldamento e stretching non adeguati o del tutto assenti
  • esecuzione di movimenti bruschi
  • movimenti scoordinati
  • allenamenti troppo potenziati
  • mancanza di coordinazione
  • gravidanza (per il peso del bambino o postura anomala)
  • vita sedentaria
  • obesità

Soggetti più a rischio

Le contratture, stiramenti e strappi possono colpire chiunque. Gli sportivi sottoposti ad eccessivi sforzi muscolari (calciatori, culturisti, rugbisti, corridori, saltatori, etc.) o le persone che svolgono lavori pesanti, sono i soggetti maggiormente esposti.

Contratture, stiramenti e strappi: rimedi

Contratture

Il riposo è la terapia più efficace. Per riprendersi da una contrattura muscolare generalmente sono sufficienti circa 7 giorni di pausa. Per accelerare il recupero, è possibile associare al riposo: massaggi decontratturanti, impacchi caldi e attività che permettono di allungare la muscolatura.

Nei casi più seri è prevista anche l’assunzione di farmaci miorilassanti e/o anti-infiammatori sotto diretto consiglio medico.

Stiramento

Lo stiramento muscolare guarisce nel giro di 2-3 settimane di riposo (dipende dalla gravità). Il muscolo colpito deve essere immobilizzato e disteso per quanto possibile. Nei primi giorni è molto utile applicare del ghiaccio e fare bendaggi compressivi.

Se il medico lo riterrà opportuno, può prescrivere un’ecografia e successivamente terapie farmacologiche e/o fisioterapiche strumentali (es. la tecarterapia).

Strappo

In caso di strappo di I° e II° grado è opportuno interrompere immediatamente l’attività sportiva o lavorativa che si sta svolgendo. Ovviamente il riposo assoluto è d’obbligo, circa 2 settimane, associato ad impacchi freddi. I casi più seri possono richiedere tempi di recupero maggiori.

Su indicazioni dello specialista, si possono assumere farmaci specifici (analgesici e/o miorilassanti) e sottoporsi a sedute di fisioterapia strumentale come tecarterapia e laserterapia. Le indagini mediche devono essere completate con un’ecografia e una eventuale risonanza magnetica.

Per gli strappi di III° grado spesso è necessario un intervento chirurgico.

Contratture, stiramenti e strappi: prevenzione

Prima di ogni attività fisica è fondamentale eseguire un adeguato riscaldamento e stretching per garantire elasticità ai muscoli e tendini.

Assicurati infine di essere nelle condizioni fisiche opportune prima di sostenere uno sforzo eccessivo e concediti tempi di recupero adeguati tra una sessione sportiva e l’altra.


PRODOTTI CONSIGLIATI:

Per ottenere un sollievo mirato dopo infortuni come contratture, stiramenti e strappi, prova il cuscinetto caldo/freddo della Steroplast o il gel pack caldo/freddo con il compression comfort strap della Orange Physio (da portare anche sotto i vestiti).

Per acquistarli, clicca sull’immagine del prodotto sottostante!

                                                               Contratture, stiramenti e strappi              Contratture, striramenti e strappi

Se soffri di gambe contratte e indolenzite o di affaticamento muscolare devi assolutamente provare questo fantastico roller per massaggi dell’Elite Sportz Equipment. Ottimo per il riscaldamento e raffreddamento dei muscoli. Dotato di garanzia, soddisfatti o rimborsati al 100%.

Per acquistarlo, clicca sull’immagine del prodotto sottostante in base al colore che preferisci!

          Contratture, stiramenti e strappi              Contratture, stiramenti e strappi             Contratture, stiramenti e strappi           Contratture, stiramenti e strappi              Contratture, stiramenti e strappi


Potrebbero interessarti anche:

 

Hai domande su questo articolo? Lascia pure un commento qui sotto. Per domande generali su Salute, Bellezza e Moda puoi contattarmi direttamente nella sezione ASK ME.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *