EYELINER: SCOPRI LA GUIDA COMPLETA!!!

L’eyeliner, croce e delizia per la maggior parte di noi, è quel prodotto in grado di rendere il nostro sguardo: intenso, sensuale e calamitante. Purtroppo la sua corretta applicazione resta una delle più grandi sfide del make-up!

Vuoi scoprire ottimi trucchetti che ti aiuteranno a disegnare delle linee perfette? Capire quale linea valorizza di più la forma del tuo occhio? Conoscere tutti i tipi di eyeliner e le tipologie di pennelli più utilizzate?

Leggi attentamente questa guida completa, e dopo aver fatto un pò di pratica, sono sicura che l’eyeliner non avrà più segreti per te!


Cenni storici

Eyeliner

L’eyeliner vanta oltre 4000 anni di storia. La sua invenzione risale all’epoca dell’Antico Egitto dove veniva indicato con il nome di kohl. Era una polvere finissima composta da minerali (galena e malachite), zolfo e grasso animale utilizzata principalmente per motivi religiosi, estetici, medici (disfunzioni della vista) e per combattere il malocchio.

Dopo il Medioevo, in cui anche il make-up ha avuto la sua battuta d’arresto, nel Rinascimento le donne riprendono a truccarsi. Si fa strada il bistro, un pigmento organico, ottenuto dalla combustione del legno di faggio e stabilizzato con la gomma arabica (resina essudata dagli alberi del genere Acacia). Questo prodotto naturale veniva utilizzato come un cosmetico per ombreggiare gli occhi e scurire le ciglia.

Nel ‘900 c’è il boom del trucco occhi! Aprono le danze le dive del cinema muto degli anni ’20 fino ad arrivare a 40 anni dopo dove l’eyeliner raggiunse l’apice del successo grazie a celebri personaggi come Claudia Cardinale, Sophia Loren, Audrey Hepburn, Brigitte Bardot, Juliette Greco, Marilyn Monroe, etc. Negli anni ’70 l’eyeliner continua ad essere protagonista del make-up insieme ad abbondanti quantità di mascara, applicato su entrambe le rime ciliari così da intensificare maggiormente lo sguardo. Durante gli anni ’80, le donne iniziano a prendere confidenza anche con gli eyeliner dalle nuance colorate. Negli anni ’90 invece il make-up occhi si fa più sobrio per lasciare spazio al famoso rossetto color mattone e alla matita più scura per il contorno labbra (Te lo ricordi? Bei tempi!).

Nel XXI secolo, l’eyeliner torna a fare parte del make-up in tutte le sue forme e colori. Ad oggi, per la maggior parte di noi, è diventato un habitué della nostra beauty routine.

Tipologie e pennelli

In commercio ci sono tantissime tipologie di eyeliner e ognuna prevede un applicatore ben preciso. Scopriamo insieme le loro caratteristiche.

Eyeliner in penna (inclusa la matita per occhi)

EyelinerSe sei alle prime armi ti consiglio di iniziare con questo tipo di eyeliner. Perchè? Avendo la classica forma di una penna o matita siamo sicuramente più allenate nel compiere movimenti precisi avendo la mano ferma. La punta di questo eyeliner è in feltro e può avere dimensioni diverse (molto fine, media e spessa). Esistono sia waterproof sia non resistenti all’acqua e la riga che disegnano questi eyeliner in penna generalmente non è molto intensa rispetto agli altri tipi di eyeliner. Finish opaco o lucido.

Anche la classica matita per gli occhi può essere utilizzata come eyeliner. Ovviamente la riga che traccerai, seppur ripassata più e più volte, risulterà sempre meno intensa di quella ottenuta con un vero e proprio eyeliner. Ma è sicuramente ottima per fare pratica! Finish opaco.

Prodotto consigliato (clicca sul colore): Maybelline New York Master Precise Eyeliner Penna BLACK / GREEN / BLUE / BROWN

Perchè?: tratto molto preciso, linea sottile, colore intenso (nonostante si tratti di un eyeliner in penna), facile impugnatura, buona tenuta e ottimo rapporto qualità/prezzo.

Eyeliner liquido

Eyeliner

A detta di molti, è l’eyeliner per eccellenza. Ha una colorazione intensa e tenuta duratura (anche quelli non waterproof). E’ necessaria una buona fermezza manuale e questo rende la sua applicazione non molto facile per le mani meno esperte; ma con la giusta dose di pazienza e pratica si ottengono risultati estetici impeccabili. Questi eyeliner possono presentare la punta in feltro o in setole. Dona allo sguardo un effetto “vinilico”. Finish generalmente lucido ma esistono anche con finish opaco.

Prodotto consigliato (clicca sul colore): Deborah Milano Eyeliner, 24 Ore, Waterproof BLACK

Perchè?: pennello molto sottile e flessibile, tratto ultra-preciso, zero sbavature, ottima tenuta e colore intenso.

Eyeliner in crema

Eyeliner

Facile intuire che la sua consistenza è cremosa. Lo consiglio ad una mano esperta e a chi ama un tratto più deciso e corposo. Rispetto agli altri eyeliner ha bisogno di qualche secondo in più per l’asciugatura ma questo ci permette di sfumarlo e di utilizzarlo anche come ombretto. Non adatto a palpebre segnate. Finish opaco.

Necessita di un pennello per l’applicazione. Ma quale? Esistono tre pennelli principali per stendere l’eyeliner. In base alla linea che desideri tracciare puoi scegliere il più adatto a te.

Pennello piatto: ideale per creare righe molto sottili e naturali che sottolineano lo sguardo ma senza appesantirlo. Ottimo per un trucco da giorno.

Pennello piatto con punta obliqua: il più utilizzato. Consente di ottenere linee precise e ben definite esaltando lo sguardo.

Pennello sottile con punta angolata: perfetto per disegnare le codine laterali grazie alla particolare angolatura.

Prodotto consigliato (clicca sul colore): Laura Mercier Eyeliner occhi in crema BLACK / BLUE CANARD / BLUE COBALT / VIOLET / INDIGO / ESPRESSO

Perchè?: colori stupendi e molto pigmentati, effetto perlescente, waterproof, ultra-morbido, tenuta impeccabile, zero sbavature, va bene anche per occhi sensibili e con lenti a contatto, finish setoso, luminoso e preciso.

Eyeliner in gel

EyelinerSpesso viene confuso con il suo fratellino in crema perchè molto simili dal punto di vista estetico. E’ in realtà una via di mezzo tra la formula liquida e quella in crema. Infatti ha una consistenza corposa come l’eyeliner in crema e più “scivolosa” come quello liquido. Questa giusta texture rende la sua applicazione più semplice rispetto a quella della formulazione in crema e l’asciugatura più veloce. Anche in questo caso è necessario un pennellino per la sua applicazione (piatto, obliquo o angolato). La maggior parte ha un finish opaco.

Prodotto consigliato (clicca sul colore): L’Oréal Make Up Designer Paris Super Liner Gel Intenza Eyeliner BLACK

Perchè?: pennellino compreso nella confezione, nero intenso, texture morbida, ottima scrivenza, buona tenuta e ottimo rapporto qualità/prezzo.

Eyeliner in polvere (libera o compatta)

                                                                       Eyeliner

Sono eyeliner poco conosciuti rispetto alle altre formulazioni. Peccato! Anche se poco pratico, a causa della sua texture polverosa, ci permette di creare diversi effetti da quelli più sfumati a quelli più intensi. Infatti, se lo utilizzi con un pennello asciutto la riga sarà sfumata (perfetta per uno smokey eyes) se inumidisci il pennellino il tratto apparirà più intenso e delineato. Consigliano il pennellino piatto per la polvere libera e quello obliquo per la compatta, ma secondo me vanno bene tutti e due per entrambe le formulazioni.

A differenza degli altri eyeliner, non si stende strisciando il pennellino ma eseguendo dei leggeri movimenti pressori lungo la rima ciliare fino a quando non otterrai la riga desiderata. Se sulle guance trovi un pò di prodotto tampona semplicemente un pò di cipria in polvere libera e rimuovi poi il tutto.

Prodotto consigliato (clicca sul colore): Stargazer Eyeliner in polvere compatta BLACK / GOLD / BROWN / PINK / TURQUOISE / SILVER

Perchè?: facilmente modulabile, ampia scelta nei colori, non sbava, si può utilizzare anche come ombretto e ottimo rapporto qualità/prezzo.

L’applicazione: tips & tricks

Sono certa che questi consigli&trucchetti ti aiuteranno ad applicare l’eyeliner con maggiore facilità e sicurezza. Ma non pensare di farla franca solo con questi suggerimenti! Dovrai comunque metterci del tuo con una buona dose di pazienza e pratica. Non ti scoraggiare se il risultato inizialmente non sarà proprio quello sperato. Io ho impiegato un annetto buono per capire finalmente la tecnica e il disegno più adatti ai miei occhi. Ma non perdiamoci in chiacchiere e partiamo subito!

N°1: tieni l’occhio semi-aperto

Un errore molto comune che si commette durante l’applicazione dell’eyeliner è guardare dritto per dritto nello specchio di fronte oppure, ancora peggio, chiudere l’occhio. Entrambe le modalità non ci consentono di disegnare una riga regolare. Nel primo caso, l’occhio troppo aperto restringe il campo di applicazione. Nel secondo caso, l’occhio chiuso non permette la reale percezione delle varie pieghette palpebrali. Come fare? Prendi uno specchio da tavolo, guarda in basso (verso lo specchio) e applica l’eyeliner. In questo modo avrai piena visione della palpebra e poggiando i gomiti sul tavolo otterrai anche una maggiore stabilità nell’applicazione.

N°2: asseconda il tratto

Inclina il pennello per assecondare il tratto, non tenerlo perpendicolare alla rima ciliare.

N°3: punta all’armonia delle linee

Saprai sicuramente che i nostri occhi non sono perfettamente identici quindi è sbagliato cercare di tracciare due linee uguali per entrambi. Anche se il risultato finale non sarà identico tra i due occhi, allontanandoti un pò dallo specchio vedrai che sarà comunque armonioso e in perfetta sintonia con il tuo viso.

N°4: non tracciare un’unica linea

Traccia diversi puntini o piccoli tratti lungo l’attaccatura delle ciglia seguendo la curva naturale dell’occhio e angolando il pennello di conseguenza. Prova a trattenere il respiro per pochi secondi mentre tratteggi e unisci i puntini perchè quando inspiriamo ed espiriamo le mani ed il viso compiono dei movimenti quasi impercettibili ma più che sufficienti a farci disegnare una linea a zig zag.

Se non ami molto tratteggiare, puoi anche partire dall’angolo interno fermandoti a metà palpebra per poi riprendere la linea dall’angolo esterno fino ad arrivare al punto di incontro delle due metà. Come ultimo step, traccia la codina.

N°5: codina non ti temo!

Disegnare la virgola esterna o codina, non è un’impresa proprio facile. Ma esistono due trucchetti, anzi due oggetti, che ci possono essere di grande aiuto: lo scotch e il cucchiaino. Prendi un pezzo di scotch e applicalo diagonalmente sotto l’occhio pensando all’inclinazione che vuoi dare alla tua codina. Poi traccia la codina senza avere paura di sbavare o di disegnarla a zig zag perchè tutto il colore in eccesso andrà sul pezzettino di scotch!

Puoi anche utilizzare un cucchiaio come se fosse il tuo righello. Metti il manico sotto l’occhio sempre in posizione diagonale e traccia la codina verso l’esterno.

In caso di palpebra cadente, accertati di tracciare la virgola esterna con l’occhio semi-aperto in modo da delineare una linea ben visibile e della forma che desideri.

N°6: ops, hai sbagliato? No problem!

Tieni sempre un cotton fioc e dell’acqua micellare a portata di mano per eliminare qualsiasi sbavatura o errore. Evita gli struccanti bifasici, perché contenendo una soluzione oleosa questa continuerà a “mangiare” il prodotto anche dopo qualche minuto, così da rovinare la tua riga perfetta.

Il giusto tratto di eyeliner per ogni forma di occhio

Non è possibile disegnare una riga di eyeliner che vada bene per qualsiasi occhio. Il risultato ottenuto sarebbe, allo stesso tempo, stupendo per alcune ma disastroso per altre. Ci sono occhi piccoli o grandi, ravvicinati o distanti, con palpebra mobile cadente, inesistente o ben visibile. Per cui è bene saper disegnare il giusto tratto che valorizzi il più possibile il nostro sguardo.

Occhi a mandorla

Eyeliner

Fortunata è chi ha questa splendida forma dell’occhio! La sua geometria e armonia lo rendono il candidato perfetto per l’eyeliner. Osa con varie forme di linee perchè a questo occhio tutto è concesso! L’unica cosa da tenere a mente è la misura degli occhi: se piccola o con poca palpebra mobile opta per righe sottili, se sono grandi o con la palpebra molto visibile puoi tracciare righe più spesse.

Occhi piccoli (spesso con pochissima palpebra mobile)

Eyeliner

Disegna una linea sottile o più spessa (in caso di palpebra mobile più evidente) lungo la rima ciliare superiore in grado di dare la giusta definizione all’occhio senza però appesantirlo. Per aprire di più lo sguardo, stendi l’eyeliner oltre la linea esterna dell’occhio così da creare la classica codina che allungherà maggiormente le sue proporzioni. NO all’eyeliner o matita nel tratto ciliare inferiore renderesti lo sguardo ancora più assottigliato. SI alla matita chiara all’interno dell’occhio e ad un ombretto scuro da sfumare lungo la rima ciliare inferiore partendo da metà occhio.

Occhi grandi

Eyeliner

Prediligi un tratto forte e di un certo spessore incorniciando lo sguardo come più ti piace, l’importante è rispettare sempre le proporzioni. Puoi infatti disegnare un contorno completo oppure un contorno parziale partendo da metà occhio.

Occhi tondi

Eyeliner

Lo scopo è quello di assottigliare la forma tondeggiante dell’occhio. Per conferirgli una bella forma allungata devi delineare un tratto superiore spesso e deciso lungo tutto l’occhio proseguendo qualche millimetro verso l’esterno puntando al sopracciglio (codina all’insù). OK all’eyeliner lungo la rima ciliare inferiore esterna.

Occhi sporgenti

Eyeliner

A me questi occhi piacciono molto sarà perchè, a differenza dei miei, offrono molta palpebra mobile che starei le ore a truccare! Ma tornando a noi…Per poter dare l’illusione di uno sguardo più minuto devi tracciare un tratto molto deciso e spesso lungo tutta la rima ciliare superiore partendo dal condotto lacrimale. Puoi utilizzare l’eyeliner lungo tutta la rima ciliare inferiore.

Occhi infossati

Eyeliner

Con questa forma di occhio è meglio evitare l’eyeliner lungo la rima ciliare superiore perchè gli occhi sembrerebbero ancora più infossati. Se proprio non puoi farne a meno, disegna una linea sottilissima sulla rima ciliare superiore da metà occhio verso l’esterno. Perfetta una riga sfumata di ombretto scuro da metà rima ciliare inferiore verso l’esterno.

Occhi ravvicinati

Eyeliner

L’attenzione deve essere rivolta alla parte esterna dell’occhio. Stendi l’eyeliner sulla rima ciliare superiore e inferiore con tratteggi sottili da 3/4 dell’occhio verso l’esterno. Per le amanti della codina, tracciatela sempre dritta e non all’insù proprio per dare lunghezza agli occhi e farli sembrare visivamente più distanti.

Occhi distanti

Eyeliner

Qui devi fare tutto l’opposto di quello che viene consigliato alle persone che hanno gli occhi vicini tra di loro. Quindi, l’attenzione deve essere focalizzata sull’angolo interno dell’occhio. Disegna la riga di eyeliner a partire dall’angolo interno e procedendo verso l’esterno. Ti consiglio di rimanere entro i margini naturali del tuo occhio senza andare oltre la linea esterna a formare la classica codina. Se i tuoi occhi non sono molto piccoli, applica l’eyeliner o la matita scura lungo la rima ciliare inferiore a partire dal condotto lacrimale.


CONSIGLIO:

Il tuo eyeliner in gel è diventato secco? Non buttarlo ma rivitalizzalo seguendo questi semplici passaggi:

  1. Scalda per bene un pò di acqua senza portarla ad ebollizione
  2. Avvolgi il tuo eyeliner con della pellicola trasparente da cucina
  3. Prendi un piccolo recipiente e versaci dentro l’acqua scaldata
  4. Immergi poi all’interno il tuo eyeliner per circa 2-3 minuti
  5. Riprendi l’eyeliner e togli la pellicola
  6. Elimina un pò di acqua dal recipiente in modo tale che puoi lasciare l’eyeliner a bagno maria senza coperchio
  7. Prendi uno stuzzicadenti e mescola il prodotto che inizierà a sciogliersi
  8. Aggiungi qualche goccia di olio di mandorle (è preferibile quest’olio perchè non è pesante e viene spesso utilizzato come ingrediente nei cosmetici)
  9. Aggiungi una goccia alla volta e mescola. Quante gocce? Per 3 gr di prodotto sono sufficienti circa 4-5 gocce poi dipende sempre dal grado di secchezza del tuo eyeliner
  10. Per evitare di allungarlo troppo con l’olio, traccia con lo stuzzicadenti una riga sulla mano. Se la consistenza ed il colore sono quelli di un tempo e la parte oleosa non si separa dalla parte colorata allora il tuo eyeliner è di nuovo utilizzabile!

Potrebbero interessarti anche:

 

Hai domande su questo articolo? Lascia pure un commento qui sotto. Per domande generali su Salute, Bellezza e Moda puoi contattarmi direttamente nella sezione ASK ME.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *