GIOCARE, DIVERTIRSI E CRESCERE INSIEME

Prima di iniziare a leggere questo articolo ci tengo che tu sappia una cosa. Un adulto demotivato a giocare con il proprio bambino/a non sarà MAI il compagno di giochi ideale. Una madre o un padre che si impone di giocare con il figlio/a avendo la testa altrove (magari buttata su un cellulare) non porterà nulla alla sua creatività. L’unica cosa che porterà sarà…la noia!

Non è obbligatorio giocare con i propri figli ma devi sapere però che ti stai perdendo un mondo e tanti ricordi!


Giocare


L’importanza del gioco

Il gioco consente lo sviluppo delle capacita linguistiche, logiche, espressive, sociali, affettive ed etiche. Tramite il gioco il bimbo/a acquista fiducia in se stesso/a, prende coscienza della realtà che lo/la circonda modificandola a suo piacimento, compensa le frustrazioni, reindirizza la rabbia, scarica le ansie e si libera dalle sue angosce.

Il gioco e giocare con i propri figli non è MAI una perdita di tempo!

Perché è importante giocare insieme?

  1. Rafforzamento e consolidamento della relazione genitore-figlio. Quando si gioca insieme, i figli avvertono la presenza e l’amore dei genitori ma allo stesso tempo noi mamme e papà abbiamo l’opportunità di conoscerli ancora meglio. Sai perché? Perché è proprio attraverso il gioco che loro si mostrano per quello che sono. Puoi vederli all’opera mentre condividono con te tutta la loro personalità, gusto, carattere e creatività.
  2. Accrescimento della loro autostima. Passare del tempo a giocare con il proprio figlio lo farà sentire amato, accolto, accettato ed apprezzato.
  3. Maggiore concentrazione. Il gioco aumenta la loro capacità di concentrazione grazie alla necessità di essere vigili mentre i genitori giocano con loro.
  4. Maggiore sicurezza. Durante il gioco si crea spontaneamente un ambiente sicuro dove i nostri bambini si sentiranno liberi di sperimentare, commettere errori, provare e riprovare senza avere l’ansia di essere criticati. Se loro capiscono che possono fallire senza essere giudicati allora saranno più propensi ad esplorare e mettere in pratica nuove idee.
  5. Maggiore propensione all’ascolto e all’apprendimento. Quando i bimbi stanno giocando sono particolarmente recettivi e aperti ad imparare cose nuove. E’ proprio durante la fase del gioco che puoi trasmettere le tue conoscenze, i valori ed i principi dell’educazione a tuo figlio/a. Ti stupirai di come apprenderanno velocemente e senza pesantezza.
  6. Acquisizione della pazienza e tolleranza. Spesso quando i bambini giocano mettono in atto diverse tecniche fino a trovare quella che per loro sarà la “tecnica vincente” ma…prima di arrivare a questo, sbaglieranno, sbaglieranno e sbaglieranno ancora. Quando i bambini non riescono a realizzare subito qualcosa si sentono frustrati/nervosi ed è qui che il loro compagno di gioco (genitore) li dovrà aiutare a capire che non ci si deve arrendere perché solo con costanza e tanta pazienza si arriverà all’obiettivo.

Ricorda che per giocare con tuo figlio/a…

  1. Devi rispettare il suo tempo di gioco;
  2. Non devi comandare e controllare il gioco con la tua razionalità ma sarà solo lui/lei il coordinatore;
  3. Devi adattarti alla realtà del gioco.

TI CONSIGLIO…

Un libro stupendo pieno di buon senso e di facile lettura su come far cresce i nostri figli nel modo migliore. Il linguaggio è semplice, facilmente comprensibile ed i concetti sono espressi in modo estremamente chiaro e sintetico. Ci sono tanti esempi interessanti supportati da efficaci descrizioni sulla struttura del cervello (senza entrare comunque nel tecnico che risulterebbe di difficile comprensione e noioso).

L’ho divorato in una settimana…Clicca QUI!


Potrebbero interessarti anche:

Se vuoi condividere con me la tua esperienza, dire la tua o chiedermi semplicemente qualcosa…lascia pure un commento qui sotto o direttamente nella sezione ASK ME!​

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *