ILLUMINANTE VISO: SEGRETI DEI MAKEUP ARTIST

Mai come in quest’ultimo anno, l’illuminante viso sta riscuotendo tanto successo! Sul mercato se ne trovano ormai di tutti i formati e texture: liquidi, cremosi ed in polvere.

Quando utilizzato in modo corretto, l’illuminante regala al nostro viso freschezza e luminosità risaltando allo stesso tempo i volumi. Ora ti chiedo: sei certa di saperlo utilizzare correttamente, di conoscere le giuste zone di applicazione e la nuance più adatta a te? Scopri di seguito tutti i segreti dei make-up artist per poter stendere al meglio l’illuminante.


Illuminante

Credit: Pinterest.com

Illuminante: dove applicarlo?

  • Zigomi: stendere e sfumare bene l’illuminante sugli zigomi permette otticamente di farli sembrare più alti oltre che, ovviamente, luminosi. Molti make-up artist consigliano di utilizzare le texture cremose o liquide perchè si possono sfumare molto meglio picchiettandole con i polpastrelli. Per un effetto ancora più soft e modulato, è possibile mescolare l’illuminante con un pò di fondotinta.
  • Naso (dorso e punta): per far sembrare il tuo naso più sottile e alla “francese”, picchietta pochissimo prodotto lungo il dorso del naso e sulla punta.
  • Labbra (arco di cupido e perimetro esterno centrale del labbro inferiore): se vuoi un immediato effetto volumizzante e una maggiore tridimensionalità della tua bocca, sfuma una punta di illuminante anche lungo queste zone. Utilizzando un apposito pennellino a ventaglio riuscirai a distribuire meglio il prodotto.
  • Occhio (angolo interno e arcata sopraccigliare): dare un tocco di luce allo sguardo attenuerà immediatamente la stanchezza e la pesantezza in prossimità della zona occhi. Se hai gli occhi molto distanti, illumina la parte centrale della palpebra e non l’angolo interno dell’occhio. Riguardo l’arcata sopraccigliare, puoi sfumare l’illuminante sia sotto il sopracciglio sia immediatamente sopra. Noterai subito un bellissimo effetto lifting!
  • Mento: se ti piace, puoi anche mettere pochissimo illuminante sulla punta del mento. Ma fai attenzione a non esagerare, soprattutto se hai la pelle grassa. Dar luce a questa zona, risulta molto adatto per chi vuole enfatizzare la tridimensionalità del mento.
  • Fronte: se non porti la frangia, puoi anche illuminare in maniera soft la zona della fronte. In caso di fronti larghe, il prodotto va applicato solo al centro mentre per le fronti piccole può essere applicato anche lungo le tempie per conferire maggiore tridimensionalità e far sembrare la fronte più larga.

Illuminante: come scegliere la giusta nuance e texture?

  • Pelle molto chiara o chiara: il colore adatto per questo tipo di pelle è rosa chiaro (leggermente argentato), opalescente, perla o alabastro.
  • Pelle medio chiara o media: in questo caso si può giocare di più con i colori. Anche se le nuance più adatte sono i beige neutri, champagne e oro pallido.
  • Pelle scura: evitare illuminanti color argento, opalescenti o troppo rosa perchè una volta stesi assumono una colorazione grigiastra. Le sfumature migliori sono invece oro, bronzo e nocciola.

Relativamente alla texture invece:

  • Pelle secca: è preferibile una texture cremosa o liquida.
  • Pelle mista: in questo caso si può optare per tutti i finish (polvere, cremoso e liquido).
  • Pelle grassa: assolutamente in polvere! Però c’è da fare una precisazione…se hai una pelle grassa e/o con pori dilatati sarebbe meglio evitare gli illuminanti con glitter ed optare direttamente per un “concealer” (correttore) di mezzo tono più chiaro. In questo modo eviterai l’effetto lucido.

SAPEVI CHE…

E’ possibile creare con le proprie manine un illuminante viso fai da te in pochissime e semplici mosse? Clicca QUI per scoprire la ricetta!


Potrebbero interessarti anche:

Hai domande su questo articolo? Lascia pure un commento qui sotto. Per domande generali su Salute e Bellezza puoi contattarmi direttamente nella sezione ASK ME.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *