SINGHIOZZO: RIMEDI NATURALI INFALLIBILI!

A chi non è mai capitato? Il singhiozzo è veramente fastidioso! Una volta che si presenta “vive di vita propria”, a volte dura pochi minuti ma in alcuni casi persiste per ore.

Cos’è il singhiozzo? Quali sono i fattori scatenanti? Ma soprattutto…esistono rimedi naturali infallibili per farlo passare? Ebbene sì, continua a leggere!


Singhiozzo

Cos’è il singhiozzo?

Il singhiozzo è una contrazione involontaria e ripetuta del diaframma (muscolo a cupola che divide la cavità toracica da quella addominale).

Quando il nervo frenico, che innerva il diaframma, viene irritato si verifica un’inspirazione improvvisa seguita dalla chiusura brusca dell’epiglottide (cartilagine elastica alla radice della lingua) con la conseguente emissione del classico suono “Hic“.

Nella stragrande maggioranza dei casi, il singhiozzo passa dopo qualche minuto. In caso perduri oltre le 24-48 ore o si dovesse presentare di tale intensità da impedire la respirazione, è bene rivolgersi al proprio medico.

Cosa causa il singhiozzo?

Il vero fattore scatenante è ad oggi ancora sconosciuto. Tuttavia, esistono alcune situazioni tipiche della nostra vita quotidiana che possono contribuire all’insorgenza del singhiozzo a causa dell’irritazione del diaframma:

  • Rapida e/o eccessiva ingestione di cibo e bevande
  • Bruschi sbalzi di temperatura
  • Assunzione elevata di bevande alcoliche e gassate
  • Forti episodi emotivi (es. disagio, imbarazzo, nervosismo e ansia)
  • Deglutizione eccessiva di aria durante la masticazione (es. gomme)

Inoltre, fattori connessi agli interventi chirurgici come l’anestesia generale, l’allungamento del collo a causa dell’intubazione e la manipolazione degli organi interni possono aumentare la probabilità di soffrire di singhiozzo prolungato.

Rimedi naturali: infallibili!

1. Bere a testa in giù

Testato e approvato! Ho la cattiva abitudine di mangiare velocemente (e manco poco!), quindi le mie “performance singhiozzanti” sono degne di nota! Come funziona questo rimedio? Riempi il bicchiere fino all’orlo con acqua naturale e piega la schiena fino a portare la testa tra le gambe (se ti siedi viene molto meglio). Dopodichè, bevi l’acqua a piccoli sorsi appoggiando le labbra dalla parte opposta a dove di solito si appoggiano per bere (facile che il mento si bagni). F-U-N-Z-I-O-N-A!

2. Stimolazione dell’orecchio

Stimolare l’orecchio aiuta a far passare il singhiozzo. Alcuni stringono i lobi delle orecchie tra pollice e indice altri invece premono all’interno dell’orecchio con l’indice (con il mignolo rischieresti di andare troppo in profondità e di farti male).

Ma della serie “pe’ non sapè né legge e né scrive” li ho provati entrambi in contemporanea. Schiaccio entrambi i lobi con il pollice ed il medio mentre con l’indice tappo il canale uditivo. Per essere certi di bloccare il singhiozzo al 100%, trattieni anche il respiro per circa 20 secondi “et voilà, les jeux sont faits“!

3. Zucchero e limone

Un rimedio goloso e veloce della nonna è mangiare un cucchiaino di zucchero con qualche goccia di limone (abbondante). Non ho mai provato direttamente ma ho raccolto testimonianze positive in merito a questo rimedio.

4. Trattenere il respiro

Trattieni il respiro per circa 20 secondi dopo aver inspirato profondamente. Generalmente non è efficace al primo turno, almeno con me, quindi ripetilo finchè non smetterai di singhiozzare. Questo rimedio, così come il secondo (Stimolazione dell’orecchio), è ottimo da attuare quando non siamo in casa.

5. Prendere uno spavento

Questo “simpatico” rimedio effettivamente funziona ma…vai a trovarlo un cristiano che ci spaventi nel momento del bisogno?

 


LO SAPEVI?

Lo sai che anche i nostri amici a quattro zampe soffrono di singhiozzo? Quando mangiano velocemente deglutiscono contemporaneamente molta aria. Risultato? Pancino che brontola, vomito, coliche e singhiozzo. Ma c’è una soluzione per tutto! In commercio esistono ciotole ideate espressamente per cani e gatti voraci (clicca qui) che impongono all’animale di mangiare piano. Tipo questa:

                                                                               Singhiozzo


Potrebbero interessarti anche:

 

Hai domande su questo articolo? Lascia pure un commento qui sotto. Per domande generali su Salute, Bellezza e Moda puoi contattarmi direttamente nella sezione ASK ME.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *